17 Marzo 2011 - Una giornata Italiana

L'unione e la forza della fotografia

 Il 17 marzo 2011, è stato per chi ama la fotografia anche il giorno in cui 4500 fotografi di tutta la penisola si sono uniti in un grande progetto organizzato dalla FIAF: raccontare e documentare l’Italia dopo 150 anni dalla sua nascita, la più grande manifestazione fotografica mai realizzata, in Italia, che rappresenta l’unità di intenti della collettività nazionale nel raccontare la sua storia contemporanea. 

L’Italia ha compiuto 150 anni, la fotografia ufficialmente oltre 170. L’Italia è quindi una nazione fotografata fin dalla sua nascita: i fotografi hanno contribuito, con le loro immagini, alla reciproca conoscenza delle popolazioni, mostrando luoghi, usi, costumi e contribuendo a formare, tra grandi difficoltà, la consapevolezza di una nazione.

Già nel 1863 il colonnello Ottaviano Baratti avviava il progetto di un Consorzio Nazionale dei Fotografi scrivendo: “… perché non dovranno i fotografi far atto di vita, d’unione, di forza, di generosità?” 

Oggi, la comunità fotografica, sempre più ampia e unita, pur nelle differenti attitudini e nelle diverse modalità di utilizzo del suo mezzo espressivo, è stata chiamata a descrivere la realtà contemporanea con un grande progetto corale, attraverso alcune tematiche, per approfondire la conoscenza dell’Italia contemporanea e per ottenere un quadro completo dei diversi aspetti che costituicono la vita sociale e produttiva della comunità, senza dimenticare gli aspetti locali, le bellezze naturali e artistiche del nostro bellissimo Paese:

Storia e identità Al centro del percorso, il lento, difficile ma incessante processo attraverso il quale si sono “fatti gli Italiani”. L’unificazione del paese è il risultato di una progressiva integrazione di identità e appartenenze differenti. I soggetti da fotografare sono le piazze, le strade, le architetture e i monumenti collegati all’Unità d’Italia e alla sua vicenda storica.

Lavoro, scienza e tecnologia Un ritratto dedicato al mondo del lavoro, fulcro della storia e della vita degli Italiani, per ricostruire come è cambiato il mondo del lavoro negli anni mentre cambiavano le condizioni sociali e la cultura nazionale.

Ambiente ed energia La nuova cultura ambientale: la ricerca fotografica si rivolge ai segni che dimostrano la sempre maggiore attenzione della popolazione alle risorse ambientali ed energetiche.

Natura e paesaggio I paesaggi naturali delle bellezze nazionali, i paesaggi urbani delle città d’arte, i paesaggi delle periferie e delle nuove edificazioni: un modo di raccontare il rapporto con lo spazio e con le attività sociali e produttive.

Vita quotidiana Un paese fatto di cittadini intenti alle diverse attività con particolare riferimento alle comunità. Fotografa le scuole, i luoghi di lavoro, la famiglia, i luoghi di ritrovo per rappresentare le condizioni di condivisione degli spazi e dei servizi.

Da ogni luogo sono arrivate testimonianze della giornata di festa. 

Vari progetti sono stati sviluppati, tante idee sono nate da questa iniziativa, a cui ho voluto partecipare dando il mio contributo. 

Da questa esperienza è nato, con la collaborazione di Maria De Toni fotografa e compagna di vita,  il portfolio "Latte self-service" ; dal quale la commissione selezionatrice ha estratto una fotografia che è stata inserita sia nel libro che nella mostra nazionale, presso il CIFA, dedicata alla manifestazione.

01

02

03

04

05

06